Questo sito rilascia cookies tecnici per consentirne il funzionamento, oltre a cookies, anche di terza parte, di 'analytics' per fare statistiche sul traffico ed attivare il miglioramento. Cliccando su "Conferma Scelte", acconsenti all’uso dei cookies qui sotto proposti o da te selezionati. Cliccando su "Accetta tutti i cookies" li abiliti tutti. Per saperne di più

Différent et alors!

                                       Progetto Erasmus “Different et Alors!”  clicca per andare sul sito

 

 

Presso l’I.C. Di Giacomo S. Chiara di Qualiano continua il Progetto Erasmus “Different et Alors!” 

Comunicato Stampa

COMUNICATO STAMPA

Presso l’I.C. Di Giacomo S. Chiara   di Qualiano parte il Progetto Erasmus “Différents et Alors!”

Dal 13 al 17 Dicembre 2021 saranno accolti  presso l’I.C. Di Giacomo - S. Chiara  - Qualiano-(NA) quattro rappresentative per un  totale di  50 tra alunni ed accompagnatori,  provenienti dalla Francia, Spagna, Portogallo, per partecipare all’evento sportivo Erasmus Differents et Allors! nato con lo scopo di  promuovere i valori educativi e aggregativi dello sport per  diversamente abili.

La  manifestazione  ha visto il coinvolgimento sinergico di prestigiosi partners di supporto  quali:

  • Comitato Italiano Paralimpico Regionale  Campania   il cui Presidente Carmine Mellone  da sempre sensibile alle iniziative e progetti locali e nazionali a carattere paralimpico, ha  coordinato le società  coinvolte nell’iniziativa  presso  il Centro Sportivo di Cercola “Caravita”, che ospiterà le seguenti discipline:  Sitting Volley, Danza Paralimpica, Judo, Handball.  L’idea alla base dell’iniziativa è offrire agli alunni  con disabilità, in una sola giornata e in un’unica sede, la possibilità di vedere e provare personalmente una serie di attività motorie e sportive adattate e di prendere contatto con società federali  che concorrono a realizzare sul territorio di Napoli e Provincia una ricca “rete di opportunità” a favore dei soggetti che necessitano di mantenere e sviluppare le abilità residue in sicurezza e in maniera divertente e motivante.
  • Il Gruppo Sportivo Dilettantistico  Colosimo,(NA)  fondato per promuovere la pratica sportiva per non vedenti con il suo Presidente Husam Rawashdeh, ha con orgoglio  accolto questo evento così importante, e con entusiasmo  ha organizzato le attività della giornata  con l’obiettivo di creare momenti importanti di integrazione sociale che lascerà   ricordi indelebili,   aprendo le  prestigiose porte dell’Istituto agli alunni europei, che avranno modo di trascorrere una mattinata  di sport in compagnia di istruttori con cui proveranno le seguenti discipline: Torball, Goalball, Showdown, e per l’occasione, gli ospiti avranno modo di vedere il codice braille quale metodo di lettura e di scrittura per non vedenti e ipovedenti.

Seguendo le direttive dell'Unione Europea e del programma Erasmus+ per la promozione dello sport,  l'evento ,progetto di punta della nostra Istituzione  Scolastica   ha l'obiettivo di promuovere e favorire, mediante l'organizzazione di attività ludico-sportive, l'integrazione e la coesione sociale tra studenti  diversamente abili  di nazionalità italiana e studenti stranieri ospiti in Italia in seno al progetto Erasmus+. In particolare, il messaggio che l'evento si propone di diffondere  è quello di puntare all'inclusione e alla coesione sociale attraverso lo sport e che unifica ed evidenzia l'uguaglianza.

 

 Qualiano lì 09/12/2021

            Il Dirigente Scolastico

          Angela Carandente Sicca

 


 

 

ALBUM FOTO DUNKERQUE 17-22 NOVEMBRE 2019

The project «different so what!» gathers five European schools: IES profesor Antonio Muro school (Spain), IC Di Giacomo Santa Chiara school (Italy), Agrupamento de Escolas do Teixoso ( Portugal),Westhoek school (France) and Jean Zay school (France).
The schools which are involved are, to varying degrees, concerned by the problem of the inclusion of the students with disabilities within their institution.They try to gather at best the necessary conditions to valorize their potential.
The aim of the project is to make ordinary pupils aware of the disability situation,that is to get them out of their representations about disability, to allow them to better understand the different types of
disability, to enable them to respect the difference but also to valorize it and finally to cooperate and collaborate in a collective project for inclusion.
By getting them involved in a project organised around the practice of adapted sports, shared sports, parasports or cultural or artistic workshops, they develop skills (moving in an unusual environment, mastering emotions, appreciating and estimation of the risk, security), knowledge (discoveries of different European inclusive education systems, or innovative music workshops) and attitudes (cooperation, sharing, taste of effort, surpassing itself, mixed team work) transferable and reusable throughout their schooling.
They must allow students to participate in the discovery of the other and its differences in respect of the values of each and its possibilities.
They also realize that beyond differences, Europeans share values and that they are themselves too, all «different, so what».
The partnership also aims at improving teachers'daily teaching practices that favour :
- the discovery of the different inclusive European education systems.
– observations and exchanging of teaching practices, mainly by adapting learning situations to students with disabilities concerning languages, arts and the practise of sports and physical education.
– the innovation in everyday practices through cooperation and interdisciplinarity.
Profile of the participants : the project, based on its objectives and activities, requires the practise of adapted sport, shared sport, parasport OR participation in awareness-raising workshops to the difference.
This project is for students who naturally participate to these different workshops.The association and cooperation between a valid student and a student with a disability will be a plus in the choice of participants at functional and language level.Their complementarity will accentuate the principle of cooperation and sharing targeted by the project.
Complementary partners :
the institutions involved in the project all answer to the same problem of the reception of students
with special educational needs and each at the local level has already forged links with educational
partners : associative environment of sport, music and audio-visual.